Nei mesi scorsi, chiusi in casa per l’emergenza causata dal Coronavirsu, abbiamo capito ancora di più l’importanza di vivere gli spazia aperti a nostra disposizione.

Spazi grandi e piccoli da allestire e organizzare in modo armonioso per trarne massimo profitto. Ecco qui una serie di proposte e di idee da cui farsi ispirare per illuminare al meglio e creare magiche suggestioni su terrazzi e giardini rincorrendo luci ed ombre.

E’ al “tutto scorre” che sembra alludere Nilo, il nuovo progetto di Matteo Ugolini per Karman, che evoca il desiderio sempre più diffuso di riconnettersi con la natura e le origini: un esile, flessibile stelo in alluminio sulla cui sommità è collocato un diffusore in resina bianco opaco, fonte di luce.

Martinelli Luce propone la lampada Cyborg design Karim Rashid. La nuova Cyborg da esterno è realizzata in cemento ad alta resistenza. La particolare forma del corpo dell’apparecchio, a tre gambe unita al posizio­namento interno della sorgente di luce a LED, indiretta, genera effetti scenici di luce-ombra sul prato. Disponibile nei colori grigio e giallo.

Il mondo Oluce presenta Niwa la lampada da outdoor e indoor disegnata da Christophe Pillet che si ispira alle antiche lampade di bordo, riviste in chiave contemporanea grazie a forme più pulite e finiture ricercate. Il bulbo luminoso è protetto da una campana di vetro ed entrambi sono fissati a un cono metallico, declinato di volta in volta in modi diversi in base alla tipologia della lampada: sospesa con un cavo nella versione a sospensione da indoor, fissata ad un braccio metallico nella versione da parete – indoor e outdoor – e con cavo libero, nella versione da outdoor, dove Niwa rivela un’anima nomade, prestandosi agli utilizzi più disparati, arrotolata al ramo di un albero oppure appoggiata, libera, nel verde di un prato inglese.

Una piantana che prende ispirazione dal mondo del gioiello e attira su di sè tutte le attenzioni: ecco JOY. Il design è di Lanzavecchia + Wai  per MYYOUR. Un incontro tra materiali e forme dal risultato accattivante: le geometrie dei corpi luminosi in Poleasy® si sposano con il rigore della base in marmo e con la sinuosità e leggerezza dell’asta in metallo con finitura rame.