Julia Marmi, storica azienda friulana, leader nell’estrazione e lavorazione di Pietra Piasentina, un materiale lapideo estratto esclusivamente in una piccola area pedemontana nord-orientale del Friuli, celebra i 50 anni di attività con il lancio di un concorso di idee volto ad esplorare le potenzialità progettuali di questo materiale unico.

Il concorso, rivolto a tutte le categorie di progettisti: grafici, designer, architetti e ingegneri, è stato pubblicato il 2 luglio scorso e si concluderà il 16 agosto. E’ patrocinato dall’ Ordine Architetti PPC della Provincia di Udine e da ADI (Associazione Disegno Industriale) – Delegazione Friuli Venezia Giulia.

L’azienda si propone così di raccogliere  delle  proposte di progetto che oltre a valorizzare la storia e il proprio brand, esaltino le caratteristiche della Pietra Piasentina quali, robustezza, buona  lavorabilità e particolare cromaticità  che varia aspetto al variare delle lavorazioni della superficie.  Un’attenzione particolare andrà posta sulla sostenibilità dei progetti proposti,  tema a cui Julia Marmi è particolarmente sensibile.

Oggetto del concorso sarà dunque un manufatto in Pietra Piasentina – potrà essere un arredo o un rivestimento – destinato all’area bagno o Wellnes, indoor o outdoor.

Pertanto, Il vincitore, oltre a ricevere un premio in denaro di 1.000 euro,  vedrà il proprio prototipo realizzato ed esposto allo stand di Julia Marmi, alla fiera dell’arredobagno e dei rivestimenti per l’architettura Cersaie 2018 (Bologna 24-28 settembre 2018).  La premiazione si svolgerà durante la fiera, all’interno della manifestazione The Sound of Design, al pad 30 di Cersaie.

 

Il bando del concorso è disponibile a questo link

http://www.juliamarmi.it/design-competition.php

per info sul concorso

Tel. 0432 733280

mail: fifty@juliamarmi.it.

 

Profilo Aziendale

Julia Marmi, azienda storica di Cividale del Friuli, fondata nel 1967, è specializzata nell’estrazione e lavorazione  di Pietra Piasentina. Il materiale, estratto esclusivamente in una piccola area pedemontana nord-orientale del Friuli, ha ottime caratteristiche tecniche ed estetiche. Viene infatti utilizzato sia in esterno sia negli interni, per pavimenti e rivestimenti e per la realizzazione di elementi di arredo.

La zona di estrazione della Pietra Piasentina è una ristretta fascia delle Prealpi Giulia situata nei dintorni di Cividale, in Friuli Venezia Giulia. In quest’area, Julia Marmi è la più importante proprietaria di cave attive di Pietra Piasentina, ne possiede tre, per una disponibilità di scavo di 1.500.000 di metri cubi.

La denominazione “Pietra Piasentina” deriva da un aneddoto di origine friulana secondo il quale i maggiori committenti di Udine la descrivevano come “una pietra che la piase”– “un materiale che piace”, estremamente apprezzato per le qualità fisiche ed estetiche.

Julia Marmi aderisce al Consorzio Produttori Pietra Piasentina, costituito nel 1965, per la tutela e lo sviluppo di questo prodotto e per dare servizi ad aziende e progettisti.

Julia Marmi vanta importanti realizzazioni in ambito contract, a partire dal retail di lusso con i negozi Marella nel mondo progettati dallo studio Archcalo Design, dell’architetto Angelo Calò, e il locale di tendenza Radetzky a Milano dello studio Studio Alberto Re, Il Luma Hotel a New York.