Isole dove incontrarsi e dove sostare:  Kiik by Arper è pensato per gli spazi tra arrivo  e partenza, tra attesa e azione. Questa collezione modulare di sedute, tavolini, pouf e console crea le
condizioni ideali per il lavoro,  la condivisione o il riposo grazie alle sue forme grafiche, articolate in una miriade di configurazioni.
Kiik è stato progettato per soddisfare le esigenze di sale d’attesa, campus universitari, spazi  di lavoro e aree di incontro e condivisione. La sua natura modulare e la varietà di materiali e finiture lo rendono un prodotto trasversale adatto ad ogni contesto. La collezione, caratterizzata da sedute con e senza schienale e da tavolini di forma triangolare, circolare, quadrata e
rettangolare, può essere completata con pouf e console in tre diverse altezze. Molteplici opzioni di rivestimento garantiscono unicità di espressione. Configurazioni diverse si combinano
tra loro creando un effetto dinamico e conferendo ritmo a forme ricorrenti. Kiik è la collezione ideale per contesti contract dove creare spazi su misura per riposarsi, lavorare e incontrarsi.

Kiik è un sistema modulare composto di telai di varie dimensioni che si compongono con cuscini con e senza schienale di dimensione 63×63 cm e altezza seduta 45 cm e con tavolini in
differenti forme e dimensioni (rettangolari, quadrati, triangolari e a quarto di cerchio)  che permettono composizioni lineari e angolari a 90° e 120°. La collezione è completata da una
console con piano 252×40 cm in tre altezze, 58, 72 e 105 cm, e da un ottoman 126×157,5 cm con altezza seduta 36 cm.

Arper è un’azienda italiana che crea sedute, tavoli e complementi di arredo per la collettività, il lavoro e la casa.
Nasce nel 1989 come evoluzione dell’attività artigianale di lavorazione del cuoio cui si era dedicata negli anni Ottanta la famiglia Feltrin. L’azienda viene fondata dal padre Luigi (oggi
Presidente d’Onore) assieme ai figli Mauro e Claudio (quest’ultimo, attuale Presidente e Amministratore Delegato), e si contraddistingue fin da subito per il forte orientamento
all’innovazione – di prodotto e di processo – e all’internazionalizzazione.
Alla fine degli anni Novanta, Arper abbandona la produzione di sedie in cuoio destinate al residenziale per passare al contract.

Inizia la collaborazione con designer internazionali, che porterà alla definizione di una identità Arper: che attinge da suggestioni provenienti da tutto il mondo per poi rielaborarle in
una sintesi originale.
Fondamentale e fondativa sarà la partnership con lo studio Lievore Altherr Molina (studioLievore Altherr da aprile 2016), che darà origine a una fortunata serie di long seller: dalla
collezione di sedute Catifa (oggi declinata in sei diverse versioni e, dal 2001, venduta in oltredue milioni di pezzi) alla seduta operativa Kinesit (2014). L’unicità di Kinesit sta nell’aver
introdotto il colore in un mondo tradizionalmente monocromatico come quello delle sedie daufficio, e nell’aver approcciato l’innovazione in termini radicalmente nuovi, nascondendo la
tecnologia anziché esibirla. E ancora, nascono dalla collaborazione con lo studio Lievore AltherrMolina i divani Loop; le sedute Saya, Colina, Duna 02; i tavoli Meety, Yop, Wim e i pannelli
Parentesit.