La crescente sensibilità ambientale e l’attenzione per le prestazioni energetiche rendono l’impianto radiante la prima scelta, soprattutto in caso di nuove costruzioni. I moderni sistemi, perfetto connubio tra ricerca tecnologica e risparmio energetico, assicurano infatti una riduzione dei consumi rispetto al riscaldamento tradizionale. Il tutto con il valore aggiunto di ambienti privi di vincoli architettonici, sfruttabili al 100%. Un plus apprezzato soprattutto in città, dove i prezzi al mq sono più elevati e diventa fondamentale poter sfruttare al meglio ogni centimetro.

È il caso di un appartamento di nuova realizzazione nel cuore di Cassino (FR), situato proprio ai piedi della celebre abbazia benedettina. Quasi 130 mq all’insegna del comfort e del risparmio energetico grazie a BLife, il sistema di riscaldamento e raffrescamento con impianto radiante a soffitto firmato LOEX. La scelta di questa innovativa soluzione impiantistica ha permesso di realizzare la partizione interna mediante un sistema a secco ad alte prestazioni, montato senza tassellatura sul pavimento continuo in grandi lastre di grès porcellanato. Dotazioni che hanno giocato un ruolo determinante nella scelta degli acquirenti: una giovane coppia di ingegneri con due figli piccoli, particolarmente attenti ai temi dell’efficienza energetica e del design.

L’edificio

L’appartamento, al suo primo utilizzo, si trova al terzo ed ultimo piano di una palazzina ultimata circa cinque anni fa, dove l’elevata qualità architettonica si sposa con soluzioni impiantistiche di ultima generazione.

L’edificio, che comprende quattro piani in elevazione con una autorimessa interrata è realizzato con una struttura a telai in cemento armato con solaio a predalles al primo impalcato e solai tradizionali in laterocemento ai piani superiori. I tamponamenti sono in blocchi alveolati di laterizio da 35 cm con intonaco esterno termoisolante.

La facciata è caratterizzata su tutti i piani da una balconata continua sull’intero perimetro, abbastanza profonda da essere ombreggiante in regime estivo e soggiornabile, racchiusa con un graticcio di pannelli in lamiera stirata di alluminio preverniciato a maglia differenziata tra la fascia parapetto orizzontale e i pannelli schermanti verticali interposti con distribuzione random tra i piani successivi. Gli infissi, comuni a tutti gli appartamenti, hanno telai in PVC e vetrocamera a controllo solare, con schermature solari a tenda avvolgibile esterna, resi necessari dalla tripla esposizione a Est, Sud e Ovest.

La copertura è piana ed è coibentata con pannelli Foamglas da cm 10 rivestiti da una guaina bituminosa isolata acusticamente con quadrotti fonoassorbenti e antivibranti in gomma riciclata. Il lastrico solare ospita infatti la centrale termo-frigo-acqua calda sanitaria condominiale.

L’impianto

Proprio la presenza del lastrico solare soprastante, unita ai fabbisogni energetici calcolati sulla base dei carichi termici di 50 W/mq per l’inverno e 70 W/mq per il periodo estivo, e all’esigenza di scaldare e raffrescare con impianto radiante , hanno portato alla scelta del sistema a soffitto LOEX BLife. Come spiega l’architetto Piergiacomo Perna, dello Studio Perna e Torrice, che ha curato il progetto: “Questo sistema ci ha convinto in particolare per l’elevata uniformità delle temperature superficiali garantite dal pannello, il tutto senza un’eccessiva densità delle serpentine idrauliche, grazie ai diffusori in lamelle di alluminio. Anche il montaggio del soffitto radiante si è rivelato facile e veloce grazie alle connessioni rapide molto affidabili, e alla diversificazione dei moduli attivi che ne amplificano la versatilità di utilizzo”.

Studiato appositamente per uso residenziale, BLife è infatti caratterizzato da una particolare struttura a sandwich che sfrutta la capacità di scambiare caldo e freddo per irraggiamento dall’alto, assicurando un’omogenea distribuzione delle temperature e un notevole risparmio sui costi di gestione. Prestazioni ulteriormente incrementate dall’installazione del sistema di regolazione intelligente LOEX Xsmart, abbinato in questo caso alla sottostazione LOEX Easywarm Wall, che permette di programmare, anche da remoto, l’accensione e lo spegnimento dell’impianto ottimizzandone il rendimento e riducendo i consumi.

Nell’appartamento di Cassino, BLife è collegato a un impianto centralizzato con contabilizzazione del calore utilizzato sia per il riscaldamento sia per il raffrescamento degli appartamenti, oltre che per la produzione di acqua calda sanitaria. L’alimentazione avviene mediante una centrale a pompe di calore aria/acqua, dotata di tecnologia inverter e recuperatori di calore, abbinata a un impianto fotovoltaico per il fabbisogno elettrico e pannelli solari termici per l’integrazione della produzione di acqua calda sanitaria, in particolare nei regimi di mezza stagione.