Opere d’arte che diventano gioielli, o viceversa: la differenza è molto sottile. Sono oggetti che nascono dallo stesso approccio creativo, che hanno la stessa forza emozionale, lo stesso significato artistico. Quello che cambia è solo il fine: la wereable art non si guarda, ma si indossa. Il gioiello rappresenta da sempre l’ornamento per eccellenza. Esistono diverse concezioni di gioiello, connesse al gusto, all’epoca, alla civiltà, alle tendenze. Quella del gioiello-opera è un’area artistica relativamente ancora poco conosciuta, se non dai collezionisti o dagli appassionati. Negli ultimi tempi, tuttavia, la wereable art sembra aver preso piede sulla scena internazionale, presentandosi al mondo in diverse occasioni.
Francesca Caltabiano, designer fiorentina, attualmente presente nel concept store di Natura Donna Impresa, temporary shop dedicato all’imprenditoria femminile, in Corso Magenta 12,Milano , rappresenta questo “modo altro” di approcciarsi al gioiello contemporaneo.
<< Ho creato dei gioiello-giocattolo, da indossare con ironia ed eleganza e ho scherzato “riciclando” monili antichi e moderni. Il mio è un impasto di valore e pochezza, rigore ed eccesso, raffinatezza ma anche allegra grossolanità>>.
L’influenza della New York degli anni ‘90 segna profondamente il percorso creativo e culturale della designer. I gioielli diventano così espressione dei suoi interessi e passioni: il cinema, la moda e l’arte contemporanea.
Francesca Caltabiano sceglie di superare l’omologazione per ridare spazio alla ricerca dell’autenticità, crea cosi collezioni come DON’T I’EYE TO ME, linea dedicata allo sguardo interiore ed esteriore, verso il tempo e il suo scorrere.
FRISSON invece è una collezione nata dopo la visita ad una mostra dedicata al regista David Cronenberg e realizzata in collaborazione con Stefania Cappuccini , mosaicista.
Gioiello che diventa arte e trasforma la propria identità rendendola poliedrica, proprio come Francesca, che inventa anche le COLLANE DA MURO, composizione artistica che assembla parti di candelieri , basi di lampade, cornici, catene ed altri materiali.
Gioielli come opere d’arte da indossare.

Paola Sammarro