Il Frantoio Bonamini fonda il suo lavoro sulla passione per l’olio e sull’amore che mette nella sua lavorazione. La grande conoscenza del terreno e delle piante che caratterizzano la zona di produzione li porta a distribuire sulle tavole un prodotto genuino, la cui qualità viene non solo riconosciuta e apprezzata ma anche valorizzata da traguardi importanti.

Quest’anno, con grande orgoglio, hanno ricevuto il giusto riconoscimento per il frutto del loro lavoro.

L’olio Santa Giustina, uno dei prodotti più storici della produzione e tra i più amati, si è aggiudicato per la prima volta il premio Tre Foglie nella Guida del Gambero Rosso – Oli d’Italia 2021, massimo riconoscimento rilasciato dalla rinomata guida.

Non è l’unico riconoscimento, infatti nella prestigiosa guida è rilevante anche l’assegnazione delle Due Foglie Rosse, che indicano un riconoscimento quasi pari alle Tre Foglie, per il  Veneto Valpolicella D.O.P e delle Due Foglie per il Monocultivar Grignano.

La Guida del Gambero Rosso – Oli d’Italia 2021, giunta quest’anno alla undicesima edizione e da tre anni in versione bilingue italiano/inglese, si occupa dell’individuazione dei migliori extravergine di qualità in commercio, rivelandosi come uno strumento indispensabile per consumatori e operatori gastronomici ma anche prezioso mezzo di comunicazione e promozione della cultura dell’extravergine d’oliva in Italia e nel mondo.

La selezione dei premiati, avvenuta nella sede principale del Gambero Rosso a Roma, è stata effettuata da una commissione tecnica di assaggio che ha quindi assegnato un punteggio solo previa degustazione.

I criteri di selezione adottati per l’assegnazione del punteggio prevedevano un’attenta valutazione organolettica, riguardante quindi la qualità e la provenienza delle olive, e la valutazione di frantoi il cui quantitativo minimo di produzione totale annua sia di almeno 10 quintali di olio.

L’azienda coglie l’occasione per ringraziare tutto il  team che, con costanza e dedizione,  ha permesso di raggiungere questo importante traguardo e invita tutti ad assaggiare i nostri “Oli d’Italia”.