La Milano Design Week 2022 entrerà nelle preziose sale del Museo Bagatti Valsecchi che ospitano la terza edizione dell’iniziativa “Palazzo delle Meraviglie”, progetto ideato e voluto da Katrin Herden insieme all’architetto Alessandro Zarinelli con il loro Studio MHZ.

L’evento fa parte del Fuorisalone, all’interno del calendario di Montenapoleone District e le aziende, personalmente selezionate dall’interior designer Katrin Herden, formano un gruppo internazionale con una sinergia speciale per la varietà e la qualità dei prodotti da esporre, che spaziano da mobili di design al tessile.

Il Museo Bagatti Valsecchi è una casa museo, situata nel cuore di Milano in via Gesù, frutto di una straordinaria vicenda collezionistica di fine Ottocento che ha come protagonisti due fratelli, i baroni Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi, che resero la dimora estremamente accogliente e all’avanguardia per quei tempi.

La particolarità, che rende unico nel suo genere il museo, è il non percepirlo come tale. La struttura, del resto, è rimasta abitata dagli eredi Bagatti Valsecchi fino al 1976, quando decisero di creare una Fondazione e di rendere accessibile al pubblico la propria collezione.

L’idea di Katrin Herden è quella di valorizzare la cura e l’attenzione alla qualità dei materiali, instaurando un dialogo sorprendente con gli arredi rinascimentali e neorinascimentali che decorano le sale del museo.

Il mix tra il design contemporaneo delle aziende espositrici e l‘antica storia del Museo Bagatti Valsecchi trasmette un senso di magia e stupore per gli accostamenti inattesi.

I cinque brand selezionati, provenienti da tutto il mondo, mostreranno al pubblico le loro opere esplorando tutti i più grandi stili del design moderno.

 

Barn In The City è uno studio di design con sede ad Amsterdam guidato dalla visione creativa di Nancy Torreele e dal suo collaboratore Martijn Van Rijn.

L’invenzione di spicco di Barn in the City è la finitura in legno Iced Barn: una resina personalizzata che viene applicata su legno di recupero di 150 anni fa a dimostrazione del continuo impegno nell’esaltazione della bellezza della natura.

Sarà possibile ammirare le loro opere presso il Salone d’Onore del Museo Bagatti Valsecchi.

Da tre anni il Palazzo delle Meraviglie contribuisce all’arricchimento costante del Museo Bugatti Valsecchi, attraverso l’esposizione di vere e proprie opere d’arte, offrendo al pubblico la possibilità di osservare il “nuovo” all’interno di maestosi e imponenti spazi senza tempo.

 

Eduard Locota è un artista rumeno con oltre 15 anni di esperienza, proprietario e fondatore di Eduard Locota Sculpture Studio con sede a Timisoara, in Romania. L’artista incanala la sua attenzione quasi esclusivamente sulle risorse naturali un tempo abbondanti come i combustibili fossili, l’acqua e persino l’ossigeno pulito. Le creazioni dell’artista, principalmente sculture, tavoli e complementi d’arredo dalla forma artistica e ricercata, ne evidenziano la sintesi attraverso i materiali alternativi utilizzati, come: marmo sintetico (resina e polvere di marmo), resina sintetica (plexiglass), cemento sintetico (jesmonite), carbone di legna, legno bruciato, ecc.

Le sue opere, esposte presso il Salone d’Onore, hanno una potente plasticità concettuale ma anche fisica; un concetto che può essere interpretato come opere moderne del ventunesimo secolo.

 

Hommés, studio di design con sede a Porto, guidato dalla visione creativa di Micael Carvalho.

Hommés si contraddistingue per offrire prodotti artigianali completamente personalizzabili che si adattano perfettamente al gusto, allo stile di vita e agli ambienti del cliente.

Il brand, che nasce da un’abile fusione di identità visionarie, con prospettive distintive di arte, moda e design, si fa interprete di un progetto tanto audace quanto ambizioso: introdurre il concetto di Haute Couture nel settore dell’Interior Design.

Così come gli abiti esprimono la personalità di chi li veste, Hommès crede che una casa debba riflettere l’anima del proprietario.

Dare vita a creazioni audaci e uniche prestando particolare attenzione a come queste possono adattarsi alla contemporaneità degli spazi è per Hommés la massima espressione del lusso.
Il Museo Bagatti Valsecchi, presso la sua Sala degli Armigeri, ospiterà le sue creazioni.

 

Jake Szymanski è un maker & designer di mobili e di pezzi unici dalle forme inusuali.

Nel suo studio, situato a New York, l’artista realizza con una spiccata creatività mobili di ogni genere che arricchiscono gli ambienti più particolari. Ogni opera dimostra un fascino per geometrie, materie prime e forme inusuali, introducendo nuovi materiali e texture in ferro.

J.M. Szymanski è stato presentato nel 2014 e ha attratto l’attenzione dei migliori architetti, designer d’interni e collezionisti esponendo i suoi progetti a New York, Los Angeles e Parigi.

È un visionario, designer e prototipista con gli occhi sempre fissi su un orizzonte lontano alla ricerca di nuove opportunità, ispirazioni e direzioni in cui entrare. Esporrà le sue creazioni all’interno della Sala da Pranzo del Museo.

Perennials and Sutherland, gruppo americano di Dallas, Texas, è leader internazionale nell’industria dell’arredamento outdoor e nella produzione di tessuti ad alte prestazioni.

In occasione della Milan Design Week, in continua collaborazione con i luminari del design internazionale, Perennials and Sutherland presenterà l’estensione della collezione Franck disegnata da Vincent Van Duysen e i tessuti Cloud 9  in fibra acrilica tinta in massa, marchio di fabbrica dell’azienda.

L’innovazione e l’avanguardia si contrapporranno alla location intrisa di storia che ospiterà Perennials and Sutherland nella Loggia del museo.

 

Lo Studio del museo, aprirà le porte alle opere di Sohil, un atelier Milanese specializzato in cuscini decorativi per l’arredamento.

Fondata nel 2016 a Milano dall’interior designer Katrin Herden, con il suo partner, un ex astrofisico. Il nome Sohil significa bello e nella concezione persiana si riferisce anche ad una stella che riflette il loro amore per la bellezza e l’estetica, così come la loro dedizione ai dettagli e alla precisione.

Katrin Herden lavora da oltre 30 anni con tessuti ricercati in progetti di design internazionali.  Combina la sua passione per i tessuti pregiati con uno speciale senso del colore e dello stile che permette di decorare e donare personalità uniche agli ambienti.

Tutti i cuscini Sohil sono disegnati singolarmente, utilizzando i migliori materiali di qualità di noti marchi, aziende storiche e pezzi vintage ricercati in tutto il mondo.