La Tavola delle Meraviglie di Food Design Stories per il Fuorisalone 2022 sarà allestita nel mitico Superstudio di via Tortona 27che per la Design Week si presenta la mondo con il tema “Looking ahead”.

E “guardando avanti” in questi due anni di restrizioni e di pandemia abbiamo scelto di essere resilienti non abbandonandoci alla rassegnazione per l’impossibilità degli eventi live e delle programmazioni cancellate.

Il progetto Food Design Stories ideato da Caterina Misuraca e da Sandra Faggiano si è ampliato, ed è diventato il Primo Negozio Diffuso del Made in Italy, mettendo in rete studi, botteghe, concept store, sartorie,  showroom, gallerie…luoghi dove creatività e progettualità non si sono mai fermati. Spazi connotati da grande identità e contenuti. Dove sperimentazione e ricerca sono la linfa vitale.

Food Design Storis ricerca e connette progettisti, artisti che fanno il vero Made in Italy che non pesa sull’ambiente.

Quello a chilometro zero, quello sostenibile in tutti i sensi. Intorno a questo mondo progettuale variegato che nella CURA ha la sua forte identità, la Tavola delle Meraviglie è diventata “convivio” per eccellenza. Il posto di una sacrale condivisione di saperi.

Una tavola apparecchiata con i progetti che non gravano sul pianeta (per materie, lavorazioni e filiere…) per dare voce ad un nuovo umanesimo artistico e culturale, dove il mondo degli oggetti ha un valore immenso. Dove ogni cosa è un unicum.

Per il Fuorisalone 2022 sarà allestita nei meravigliosi e prestigiosi spazi del SUPERSTUDIO di via Tortona 27 una tavola delle meraviglie (con circa venti protagoniste del design emergente italiano) che rifletterà il desiderio di leggerezza (intesa come qualità calviniana di esplorazione senza vincoli, muri e possibilità) insieme ad un grande e immenso desiderio di Bellezza e quindi di Pace, da condividere con il mondo intero.

Una mostra “immersiva” quindi che proporrà una serie di creazioni sostenibili in cui l’elemento floreale è attore “estetico” o vero e proprio strumento realizzativo. Un “etico” percorso sensoriale tra fiori e design “leggero” che non pesa sull’ambiente per materie e lavorazioni.

Il visitatrore si troverà quindi al cospetto di un percorso sensoriale di fiori e design “leggero”,  che riflette sui tanti modi in cui l’elemento naturale, seppur così passeggero nel tempo, riesce a diventare  ispirazione e protagonista tangibile di spazi e progett-oggetti delle designers. Sotto la direzione artistica dell’Architetto Sandra Faggiano, con la collaborazione speciale della designer Silvia Raga, lo scenario sarà dunque quello surreale e metafisico di eteree nuvole di carta e fiori fluttuanti (a simboleggiare le idee come elementi immateriali) su tavole di pezzi (elementi materiali) selezionatissimi e legati tra loro da un invisibile filo: il fiore.

Progetto, cura… e condivisione.

Le designer in mostra:

Chiara Berta Ceramisc, Ovalia Ceramics, Agnese Taverna, ESPI design, Sipario, Carta da Zucchero, Camilla Sala, Chiara Cioffi, Le zie, Aurora Design, Mente Creativa Lab, TerrAmare Design, Lillab Ceramiche, Argilla Magica Ceramica, De Carolis Valentina, MapotsLab, Endiadi Ceramics, Gaia Pagani, Nicole Grammi, Sandra Faggiano, Silvia Raga.