ST!NG, il più giovane degli house brand del Gruppo De Rigo – da sempre in prima linea sui temi della sostenibilità e della salvaguardia dell’ambiente – è al fianco della Onlus Save the Planet nel progetto di riforestazione e piantumazione de La Certosa. L’isola della laguna di Venezia è stata gravemente colpita nel 2012 da una violenta tromba d’aria che ha provocato molti danni all’ambiente, sradicando la maggior parte degli alberi e modificando profondamente la morfologia del territorio.

Il piano di riforestazione e piantumazione voluto da Save the Planet e promosso da ST!NG verrà realizzato in collaborazione con Vento di Venezia, la società che gestisce l’isola in concessione dal Comune e dal Demanio che saranno i partner istituzionali dell’iniziativa.

L’ambizioso progetto che Save the Planet e ST!NG vogliono portare a compimento prevede la piantumazione di  giovani alberi, selezionati in modo da garantire un’ampia varietà di essenze e il miglioramento del patrimonio arboreo. I primi  arbusti – donati dalla Fondazione di Venezia – Museo del ‘900 di Mestre (M9) – sono parte della Foresta M9: un paesaggio di idee, comunità e futuro. Un’istallazione unica, una foresta temporaneamente allestita nel cuore del Museo a sottolineare il rapporto che unisce il territorio veneto ai suoi boschi.

La collaborazione tra ST!NG e Save the Planet – iniziata l’anno scorso con il progetto Amazzonia respiro del mondovuole contribuire, attraverso una serie di iniziative concrete, a ridurre l’impatto che l’uomo quotidianamente esercita sull’ambiente con le sue attività. Un impegno che prevede progetti su scala globale e interventi di prossimità, come appunto la riforestazione dell’Isola La Certosa. Un’attività che vuole avere anche un significato simbolico di rinascita dopo la Pandemia.

 

Spiega Barbara De Rigo, Chief Marketing Officer di De Rigo Vision: “Come De Rigo siamo felici di ribadire il nostro impegno con ST!NG a fianco di Save the Planet. La salvaguardia dell’ambiente è scritta nel DNA del nostro brand più giovane che sposa le preoccupazioni delle giovani generazioni che vedono minacciato il loro futuro. Poter contribuire al recupero di un patrimonio paesaggistico e naturale così significativo per il nostro territorio, ci rende particolarmente orgogliosi e ci offre una spinta più verso una ripartenza all’insegna della sostenibilità ambientale”.

Creato nel 1985, ST!NG è il più giovane house brand del Gruppo De Rigo, un brand pensato e ideato per un target giovane, dai 15 ai 25 anni. Leader riconosciuto nel segmento di occhiali da vista bambino e teen, in oltre 30 anni di storia, ST!NG ha riscritto il modo di vivere e di indossare sia l’occhiale da vista che da sole.

Da tempo ST!NG  è in prima linea accanto al suo pubblico nella lotta per la salvaguardia dell’ambiente. Una vocazione naturale che non si limita a iniziative benefiche, ma investe anche i suoi prodotti.  Al fine di ottenere un’effettiva riduzione nell’utilizzo della plastica “usa e getta”, le diverse parti che compongono la confezione di un paio di occhiali – dall’astuccio alla bustina, fino all’espositore presente nel negozio dell’ottico – sono riciclabili, non plastificate e realizzate con materie prime derivanti da foreste gestite secondo principi eticamente corretti. Alcune componenti sono state anche “reinventate” per offrire nuove opportunità di utilizzo. L’astuccio porta occhiali, per esempio, che ST!NG ha trasformato in una pratica borraccia nei colori verde, blu e rosso a simboleggiare il legame con la terra, il mare e l’energia vitale. Tutto è pensato all’insegna della massima sostenibilità, persino l’espositore presente nel negozio dell’ottico.

 

L’ISOLA DE LA CERTOSA – LA STORIA

L’isola è caratterizzata da un’area verde di circa 22 ettari. Fino al 1997 la porzione esterna alle mura, costituita da un’ampia radura sabbiosa, è stata usata come poligono di tiro occasionale dal Reggimento Lagunari “Serenissima”. Oggi le vecchie strutture militari sono state d demolite e le uniche strutture sono gli hangar ristrutturati e sede della Marina a gestione dalla società Vento di Venezia. La Marina, che può ospitare l’ormeggio fino a 300 piccole imbarcazioni nella sua darsena, è attiva come cantiere nautico e come hotel e ristorante.

Nel 2012 l’area è stata colpita da una violenta tromba d’aria che ha provocato molti danni all’ambiente, in particolare la maggior parte degli alberi presenti nell’area sud dell’isola sono stati sradicati modificando profondamente la morfologia del territorio.